DOMENICO BIONDI Si laurea nel 1987 presso la facoltà di Architettura di Firenze. Dalla fine degli anni ’80 con la Soprintendenza Beni Architettonici e Ambientali  dell’ Emilia e per conto del Comitato per il Restauro del Palazzo Ducale di Sassuolo, ha curato il rilievo di ampie parti del complesso monumentale del Palazzo Ducale collaborando anche alla redazione del suo progetto di musealizzazione.
 
Dal 1988 è iscritto all’Ordine degli Architetti della Provincia di Modena al numero 237.
 
Dal 1990 è socio fondatore dello studio Progettisti Associati.
 
Nel corso degli anni si è occupato di diversi aspetti della progettazione architettonica soprattutto inerenti tematiche di recupero e  riqualificazione tra cui: Il recupero della Ex-Cavallerizza Ducale, Il recupero e rifunzionalizzazione del Castello di Formigine e della Rocca Medievale di Montefiorino: progetto quest’ultimo premiato all’edizione 2012 del concorso internazionale per opere realizzate “Domus Restauro”
 
Attualmente sta curando il recupero di Palazzo Rubbiani, abitazione dei fondatori della prima ceramica Sassolese, il recupero del Complesso Abbaziale di San Pietro a Modena, della Rocca di Spilamberto e di spazi del Castello di Spezzano, quest’ultimo con il progetto di inserimento e allestimento del museo della Manodopera della Ceramica.
 
Si occupa inoltre di interventi di riqualificazione architettonica ed ambientale con particolare attenzione all’aspetto energetico e prestazionale degli edifici.
Ha partecipato a diversi corsi di aggiornamento professionale con tematiche inerenti il risparmio energetico “Casa Clima” e  tematiche legate al recupero architettonico e ambientale.
Presso il Centro Internazionale Studi di Architettura “Andrea Palladio”
ha partecipato al 2° Corso Internazionale di Perfezionamento Post-Laurea in Progettazione Architettonica
“Architettare la Città Storica” ottenendo la segnalazione del progetto.
 
Importante esperienza su progetti e realizzazioni con lo Studio Canali di Parma tra i quali il Concorso per il recupero del Complesso di Santa Maria della Scala a Siena ampiamente già realizzato.
Partecipa inoltre a concorsi nazionali ed internazionali ottenendo riconoscimenti tra cui il primo premio al Concorso Internazionale di Progettazione per il recupero del Parco e Villa Delfico a Montesilvano.

> Torna al Profilo Professionale